Categorie giovanili SPRINT al Palaindoor di Ancona

14 gennaio

Gli Under 15 e gli Under 13 dell’Italia centrale si sono sfidati sull’anello al coperto di Ancona. Prove multiple, corse, salti e getto del peso le gare in programma. Le t-shirt dal nuovissimo colore arancio del 2018 della nostra società hanno dominato la scena. Soprattutto nella gara di Tetrathlon ( ostacoli-peso-alto-resistenza ) , prova a punti su diverse discipline. Tommaso Arduni, Gian Maria Semprini, Danilo Cimmino, Yan Rozhkov, Pietro Cecchini e Alejandro Olegui hanno dominato soprattutto il salto in alto e gli ostacoli, rischiando troppo nel peso e soprattutto nei 1000m. Il migliore tra i nostri Alejandro che chiude all’ottavo posto. Molto ravvicinati a lui gli altri compagni che strappano, virtualmente, la vittoria di squadra. Martina Ambrosi chiude in 11esima piazza tra le femmine con una bella prova di salto in alto. 

Gare singole: Leonardo Dionigi, Amra Mehinagic e Vanessa Casadei, il trio saludecese, ha disputato la prima uscita ufficiale nella categoria cadetti. Leo buon getto del peso, Amra si è divisa tra salto in lungo e 1000m, Vanessa finisce terza con un super 1,41m nel salto in alto

Tra gli Under 12 ( parecchi assenti per malattia! ) spicca Mattia Bedetti nei 600m. Per lui una discreta prova anche nei 60 ostacoli.

Risultati qui sotto. 

http://www.fidal.it/risultati/2018/REG15979/RESULTSBYEVENT1.htm

28 gennaio 

Staffette al centro della scena e discrete gare individuali. Due squadre maschili e una femminile iscritte. Le cadette in formazione rimaneggiata fanno segnare 2’10″10 mentre i maschi se la cavano meglio in 1’55″18 ( Alejandro Olegui, Gianmaria Semprini, Danilo Cimmino e Tommaso Arduini ) la squadra “A” e 2’08″94 la squadra “B” ( Tommaso Bernardi, Pietro Cecchini, Alexandros Bregaj e Leonardo Dionigi ). Nelle specialità singole spicca 1,40m di Vanessa Casadei nel salto in alto e i 30″ di Giulia Ercoles e Amra Mehinagic nei 200 metri. Nell’alto maschile 1,49 per Tommi Ardunini. Poi segnaliamo il discreto 3,22m nel lungo per Fabio Bernardi e l’incoraggiante 8,31m nel peso per Matteo Venerandi. Mattia Bedetti migliora il suo tempo nei 60 ostacoli con 12″01.