Ginnastica in Festa a Rimini

Si è appena conclusa la settimana della ginnastica, un evento numericamente incredibile gestito dalla Federazione Ginnastica d’Italia che l’ha “battezzato” Ginnastica in Festa qualche anno fa proprio perché è stata e doveva essere una grande kermesse all’insegna dell’agonismo e del divertimento. In scena alla Fiera di Rimini, allestita per l’occasione, tutte le sezioni istituzionali, artistica, ritmica e trampolino elastico. Le nostre bimbe, a pochi giorni dalla bella rassegna nazionale UISP ospitata a Cattolica, hanno avuto giusto il tempo di modificare alcuni elementi tecnici per presentarsi prontissime all’appuntamento.

Ha iniziato Nausicaa nella categoria LD A4 che non si fa sorprendere dalle avversarie e finisce 14^ nella classifica generale dei quattro attrezzi e strappa addirittura la finale alla trave dove chiude ottava partendo dalla dodicesima piazza. Molto brava davvero. In programma l’ha seguita Chiara che porta a casa un piazzamento a metà classifica nella categoria LC A4, una gara regolare ma senza eccellere in nessuna rotazione, un pò più di pulizia l’avrebbe aiutata di certo. Nemmeno Margherita riesce ad entrare nella finale a dodici nella categoria LC J1 nonostante il bel corpo libero, un volteggio e una parallela discreti, solo una indecisione alla trave le è stata fatale. Alessia si fa coraggio e riscatta le compagne in LD J1; trentesima nella generale cosiddetta ma ben due finali per attrezzo, corpo libero (nona) e volteggio (quarta).

Il solito terzetto Agata, Giulia e Gigliola si comporta bene nel gruppo LB3 A2 portando a casa un 20^ posto con Gigliola e un piazzamento appena fuori dalla finale a squadre.

A fine settimana sono scese in pedana anche Sabrina, Sofia, Elisa, Emma, Sara, Chiara le ultime entrate nel gruppo agonistico dell’Atletica 75. Prova regolare per tutte quante, come si dice “senza infamia e senza lode”, ma grande concentrazione nelle rotazioni di gara, elementi eseguiti tutti senza nessuna esitazione o dimenticanza. Ottimo segnale. La sola Emma entra in finale e tiene alti i colori biancazzurri. Tifo da parte delle due infortunate/ammalate Crystal e Amaranta

Tanti aspetti ci sono da considerare quando si fa il bilancio a mente fredda, le condizioni impegnative, la difficile concentrazione da tenere in una arena immensa che aveva mille distrazioni, la tensione per il livello elevato di questo appuntamento, tantissime avversarie con cui sfidarsi, insomma, una gara con la maiuscola. Le nostre bimbe hanno tenuto il confronto, tra conferme e battute d’arresto hanno tenuto alla grande il confronto. Il carattere battagliero si costruisce in questi contesti, senza paura, a testa alta. Ed è per questo che siamo orgogliosi delle ginnaste di Cattolica !!!!