Entusiasmo in sicurezza

E rieccoci qua, dopo mesi passati a decantare tra le mura domestiche siamo ripartititi con l’attività di alcuni gruppi, non tutti purtroppo. In questi mesi abbiamo riposato come il vino, un periodo di maturazione che punta sulla qualità del prodotto. Il 3 giugno è stata una liberazione, i ragazzi di Gabicce e Gradara hanno potuto riabbracciare (si fa per dire) i compagni di Cattolica. L’unione di fatto si è compiuta di nuovo.

Nei giorni di quarantena le telefonate, i messaggi di posta elettronica, gli incontri virtuali hanno fatto girare tante idee e sono emerse considerazioni interessanti. Come le bottiglie di vino in cantina vengono girate per fare in modo che i depositi non stazionino sempre dalla stessa parte, alcune proposte sono state rispolverate da un angolino della memoria mentre hanno fatto capolino altre novità. Le parole d’ordine sono state: principi fondamentali, continuità, confronto, novità, riorganizzazione. C’è stato spazio anche per progetti per l’immediato futuro, sono già stati preparati e verranno resi noti a tempo debito.

Capitolo gare. Le squadre agonistiche hanno ripreso la preparazione con più entusiasmo, c’è una piccola speranza di poter gareggiare di nuovo visti i timidi movimenti nei calendari delle competizioni regionali e nazionali. FGI, FIDAL e UISP, i nostri enti sportivi di riferimento, attendono chiarimenti sui protocolli organizzativi da mettere in atto e sulla reale fattibilità di alcune discipline ma è certo che ritorneremo presto a sfidarci, proveremo di nuovo l’ebrezza di trattenere il respiro per un volteggio, una granvolta, una gara di velocità.

Capitolo corsi. Alcuni corsi base, specie quelli di atletica leggera, tentano di tornare ad una vita sportiva quasi normale correndo, saltando, lanciando, arrampicandosi, cadendo, sporcandosi. I corsi di ginnastica in palestra invece hanno vincoli più stringenti, gli ormai famigerati “contingente” e “distanziamento”. Le attuali regole permettono poco margine per mettere in piedi una attività degna di questo nome. Pazienza e fiducia ci guideranno fino a settembre.

Per i bambini della scuola primaria gli sforzi attuali sono rivolti ai centri estivi. La decennale collaborazione nel contesto dell’attività estiva comunale continua con nuove regole e nuove prospettive. La fantasia e l’entusiasmo saranno i cavalli di battaglia dell’estate 2020.