Un grande 5 maggio di atletica a San Marino

[singlepic id=735 w=320 h=240 float=left]I piccoli notano particolari che agli adulti a volte passano inosservati forse perché poi ci si fa l’abitudine: “Abbiamo corso all’estero! Il nome dello stadio era olimpico!”. Questa frase la dice lunga sull’entusiasmo che si odorava sulla pista di San Marino. Ben 70 bambini della scuola primaria si sono sfidati con decise spallate nel getto del peso, balzi da canguri nel salto in lungo e partenze scoppiettanti nella velocità. La rappresentanza di Cattolica non è passata inosservata; di certo la maglietta turchese risaltava tra tutte le altre ma è l’esito delle prove che ha dato molte soddisfazioni soprattutto per l’impegno che i giovanissimi atleti hanno mostrato (si sa che le nuove esperienze tengono alto il livello di attenzione e di tensione!). Carlotta Pagnini, Martina Ambrosi, Giulia Abbati, Matteo Franco, Riccardo Broccoli, Giacomo e Nicolò Bertuccioli, Nicola Criscione, Baldassarri Mattia hanno tenuto alto l’onore dell’Atletica 75 e ancora Milo Marchini e Gabriele Vecchi hanno espresso valori importanti in particolare nella velocità sui 60 metri.

Tra i cadetti (14 e 15 anni) Cristian Medina e Alberto Vanzolini superano i fatidici 6 metri nel getto del peso da 4 kg e segnano il loro primato personale, rispettivamente 6,16 e 6,12 metri. Benjamin Vanni termina a 1,62 la sua prova nell’alto; per lui solo un periodo sottotono a causa di un lieve infortunio ad un ginocchio. Vera sorpresa è invece Alessandro Selva che vince di misura i 1000 metri con il tempo di 3’09″0. Ritmo controllato fin dall’inizio con estrema facilità poi lo sprint finale che regola il secondo classificato; un pizzico di impegno in più negli allenamenti settimanali potrebbero aiutarlo a raggiungere discreti risultati. Tra i ragazzi (1° e 2° media) avevamo schierati Luca Torresan, Marco Paci, Alessandro Temellini e Filippo Simoncelli. I primi tre hanno condotto una bella gara di salto in lungo finendo rispettivamente al quinto (4,07), al settimo (3,78) e al primo posto (4,90). Alessandro migliora addirittura di altri 2 cm il primato sociale, soddisfazione sì ma con un leggero rammarico per un terzo salto nullo davvero molto lungo. Il quartetto ha poi vinto con ampio margine la gara finale della manifestazione, la staffetta 4×100 (55″5), rifilando più di 5 secondi alla seconda compagine.

Al femminile esordio sugli 80 metri di Tanya Torriani (12″5) e Sara Gallina (12″0) che si cimentano poi anche nella staffetta insieme a Martina Valery e Laura Landi chiudendo alla quinta piazza. Per Laura anche un bel terzo posto nel peso (7,91). Una seconda 4×100 cadette era schierata al via con Carlotta Badioli, Viola Mignani, Paola Villa e Caterina Torresan; 57″3 il responso cronometrico. Il salto in alto è stata l’altra gara individuale che ha visto in scena le nostre ragazze. Alla fine 1,30 per Paola  e 1,20 per Carlotta e Viola.

Arrivederci a Misano, mercoledì 9 maggio.