I risultati di San Marino

[singlepic id=387 w=320 h=240 float=left]L’afa e la completa assenza di vento hanno caratterizzato la serata di gare allo Stadio Olimpico di Serravalle (RSM). Bel numero di partecipanti al meeting regionale del Titano valevole anche per la classifica di squadra nazionale del campionato 2012.

Cominciamo dalle corse. I 100 metri vedevano al via 40 velocisti tra i quali Alex Pagnini in 4^ serie e Luca Orecchini in quella successiva. Il primo ha fatto segnare il suo limite, 11″61 (datato primavera 2011) con una partenza non rapidissima ma efficace e una fase lanciata di corsa che ricorda i tempi migliori; il lavoro estivo ci dirà se a settembre potrà essere competitivo anche sulla doppia distanza e anche sul difficile giro di pista. Luca scatta dai blocchi sfruttando le sue doti reattive ma ha una piccola esitazione sul terzo appoggio (forse per la sensazione di una falsa partenza) che lo costringe a correre in rimonta chiudendo in un normale 11″70. Maggior tranquillità  e concentrazione lo faranno scendere entro breve sotto gli 11″50. Sul giro di pista Luca Mazzocchi schizza via facile in quarta corsia e domina la sua batteria con un passaggio ai 200 metri ampiamente in testa; tiene bene sul finale e regola l’atleta di Imola in rimonta fermando il crono a 52″87. Stupore per questa sua prestazione che è destinata a scendere ulteriormente visto il grado di determinazione ormai raggiunto. Nei 400 al femminile serata storta e molta stanchezza per Giovanna Tebaldi che chiude in ultima posizione con 1’12″28 e mai in gioco. A fine programma la staffetta 4×100 ha visto la compagine dell’Atletica 75 (Orecchini / Mazzocchi / Cardinali / Pagnini)  finire sul terzo gradino del podio con 45″33, tempo insperato alla vigilia frutto di tre cambi in sicurezza.

I salti riservano belle sorprese e un pizzico di amarezza. Nel lungo uomini Nicola Cardinali registra 5,51 metri con qualche spiraglio di miglioramento tecnico soprattutto nella fase di stacco e “chiusura”. Sulla pedana dell’asta scintille ad opera delle nostre portacolori. Dalila Fanelli fa il personale a 2,60 alla prima prova con autorevolezza e sbaglia di un soffio il 2,70, minimo di partecipazione ai Campionati Nazionali Allieve che è alla sua portata. E’ solo questione di tempo. La sua compagna Elena Gattei entra in gara alla misura di 2,80 che supera al primo tentativo per poi siglare 3 metri e 3,10 al secondo assalto con qualche sbavatura di troppo. Dopo il 3,30 passato con bel margine a 3,40 Elena tenta il cambio asta (temuto da parecchie atlete) con un attrezzo più impegnativo del solito; gran coraggio e stacchi discreti ma non abbastanza per superare la misura. Appuntamento con il personale solo rimandato. Infine la cattolichina d’adozione nonché nostra collega istruttrice Elena Ranocchi (U.S. Quercia Trentingrana) entra nella competizione a 3,40. Rimasta ormai sola a 3,60 pasticcia un pò nella capovolta/infilata e non riesce nell’assalto.