Firenze amara per l’Atletica 75

Campionato Italiano Allievi-e 2012 di scena allo stadio “Ridolfi” di Firenze, uno degli impianti più belli dedicati interamente all’atletica leggera che ha ospitato anche triangolari internazionali e Coppa Europa. L’organizzazione del gruppo di Fidal Servizi è impeccabile come al solito (addirittura diretta live delle gare sul sito nazionale!) e la cornice di pubblico è quella delle occasioni migliori. I protagonisti sono i giovani delle classi 1995 e 1996 impegnati nell’appuntamento clou della stagione: la corsa verso il titolo nazionale.

La sparuta rappresentanza biancazzurra è composta dalla sola Elena Gattei, orfana della sua compagna di allenamenti che in seguito ad un piccolo incidente non è riuscita a confermare la misura minima di iscrizione. La disciplina è il salto con l’asta. Tante le saltatrici che costringono i giudici a dividere in due gruppi la gara, Elena è nella seconda serie. L’attesa è snervante ma appena scesa in pedana si concentra ed effettua un riscaldamento essenziale e preciso che la tranquillizza. Ma alla prima misura di ingresso di 2,80 metri le gambe non rispondono come dovrebbero e il tentativo, seppur riuscito, non è dei migliori. A 3 metri si chiude in anticipo la sua prova con tre assalti buoni ma inspiegabilmente non completati. Forse la stanchezza per l’attesa o semplicemente una giornata storta hanno limitato i buoni propositi di Elena, atleta al primo anno di categoria che rimane soddisfatta per una stagione da protagonista in cui ha incrementato il proprio primato (comunque quinta in graduatoria italiana) e che saprà far tesoro di questa esperienza sottotono per andare ancora più in alto.