Campionati Regionali Individuali Under 15

[singlepic id=955 w= h= float=left]Iniziamo dalla fine con la cronaca delle gare. Domenica, ore 16,30, salto in lungo maschile. In pedana per l’Atletica 75 Alessandro Temellini. Dopo i primi tre turni eliminatori Ale è nella finale a “otto” insieme ai due amici /rivali di Piacenza, a due bolognesi della Virtus, con un reggiano, un giovane di Cesenatico e al “cugino” Ghinelli di Misano. Al quarto salto solo in quattro superano il muro dei 6 metri con “Teme” che ha tre cm di vantaggio sul piacentino Andrea Dallavalle. Il quinto assalto non modifica sostanzialmente la classifica ma la lotta dalla quinta piazza alla ottava si scalda. All’ultimo turno poi succede di tutto. Magnani di Cesenatico si ritira, Ghinelli registra il suo miglior salto (5,81), Montanari di Reggio passa in quarta posizione con un bel 5,98. I due piacentini si caricano e Luca Bonelli passa in testa con un formidabile 6,58 subito superato dal compagno di squadra Andrea che riscrive la classifica con 6,61. Rimane solo Alessandro che non si fa intimorire dalla lotta e con estrema padronanza dei propri mezzi, inizia la rincorsa decontratto, accelera nel finale, stacca in modo deciso e il suo “due e mezzo” nella fase aerea gli regala 6,61 ! Pari misura ma vincitore di diritto per la seconda miglior prestazione di 6,38 contro 6,35 di Dallavalle. Gara divertente che ha strappato applausi a ripetizione!

Nella stessa giornata Niccolò Battistelli, dopo il rientro da una estate funesta, corre gli 80 piani in 10″37 sfiorando il record personale nella quarta serie. Enrico Pani sigla 10″11 nella tornata più veloce.

Lo stesso Enri è protagonista il giorno precedente sui 100 ostacoli, prova in cui non ha rivali e stravince il titolo con 14″07. Tempo che non lo soddisfa in pieno ma l’ attenuante della leggera febbre può far ben sperare nei prossimi impegni.

Sempre il sabato un altro strepitoso e insperato podio per Filo Simoncelli nel salto in alto, gara risolta anche qui con una sfida mozzafiato; infatti il gradino più basso del podio lo deve condividere sempre con l’eclettico Ghinelli di Misano entrambi a 1,71 dopo salti puliti e un grosso rammarico per quell’ 1,74 sbagliato davvero di un soffio.

Tra le femmine un controverso 80 ostacoli per Michi Massari che perde il ritmo dei tre passi all’ultima barriera e ferma il crono su 13″03, tempo che non rispecchia il suo reale valore. Si riprende nel salto in lungo dove finisce quinta con 4,94 a una manciata di cm dalla terza (4,99). Nella stessa prova una Vale Albertini sottotono chiude con un 3,92 e Chiara Casadei con 3,86 al primo tentativo.

Nel salto con l’asta le due saltatrici biancazzurre Vale D’Altilia e Ceci Zaurrini finiscono la gara con un sorriso a trentasei denti! Sono felicissime del risultato della loro seconda esperienza in questa disciplina, affascinante quanto impegnativa. Ceci supera brillantemente 1,60 mentre Vale sfodera un bel 2,20. Le prestazioni non hanno ancora un valore assoluto ben preciso ma ciò che conta all’inizio è l’atteggiamento giusto, impavido in alcuni frangenti, contare sulla crescita della propria personalità che necessita di tempo. Loro lo hanno compreso alla grande ed è per questo che se ne vedranno delle belle in futuro. La loro compagna di allenamento Eli Cedrini di Misano dimostra sicurezza nei salti e supera 2 metri.

La ciliegina sulla torta arriva dal lancio del disco femminile. Un altro podio ad opera di Chiara Boschi che con 23,06 arriva terza a soli 60 cm dalla seconda, distacco che in un “lancio lungo” è davvero irrisorio. Altri due lanci sopra i 20 metri la fanno sorridere ed essere contenta di un livello che si sta alzando pian piano.

La due giorni di Bologna ha messo in risalto ancora una volta lo spirito del gruppo, ragazzi affiatati che non mancano mai di sostenersi a vicenda e soprattutto di trainare tutti i conterranei regionali ! I romagnoli non si smentiscono mai !!!