Campionati istituzionali nel week end appena trascorso

[singlepic id=992 w= h= float=left]Modena, Campionati Regionali Cadette/i (under 15) – 15 febbraio 2015

Parte col botto la rassegna regionale giovanile per i nostri colori. Nella mattinata Michela Massari conquista il titolo nei 60 ostacoli anche se con qualche pasticcio tecnico; già nelle batterie si è vista la determinazione con cui Michela voleva arrivare là davanti a tutte. In finale la tensione si è fatta sentire alla prima barriera con un errore abbastanza grossolano nella ritmica di avvicinamento ma subito dopo è iniziata la rimonta ostacolo dopo ostacolo per finire con un 9″61 che comunque va un pò stretto. Lacrime incontenibili di soddisfazione dopo la gara.

Un altro podio arriva dai salti in elevazione. Valentina d’Altilia impugna l’asta e si conquista il terzo gradino a pari merito con l’argento. La misura di 2,30 passata alla seconda prova è assolutamente migliorabile ma è pur sempre il suo primato personale. Apprezzabile la sua autonomia e freddezza nella gestione del riscaldamento e della gara.

Gli altri nostri cadetti: Elia Berardi ( 8″35 60 piani e 3,72 lungo), Bonopera Mattia (4,20 lungo), Flamigni Francesco (3,61 lungo e 6,21 peso), Casadei Chiara (4,12 lungo), Maltoni Olivia (3,31 lungo e 7,04 peso), Albertini Valentina (4,22 lungo e 8,30 triplo).

Ancona, Campionati Italiani Allievi (under 17) – 15 febbraio 2015

Una due giorni interessante, molto interessante. Il primo motivo risiede nel fatto che avevamo tre portacolori in tre discipline differenti come non capitava da tempo. Poi era la prima esperienza nella categoria superiore, tra i più gradi quindi, per due atleti e addirittura la prima volta in una rassegna nazionale così titolata per la terza. Nel salto in lungo Alessandro Temellini ha avuto qualche problema di troppo con la rincorsa, anello fondamentale di questa disciplina. Non è riuscito ad esprimersi al meglio, nulli i primi due tentativi e un terzo da 6,22 hanno chiuso le porte della finale che era alla sua portata in termini assoluti. Stagione indoor da incorniciare in ogni caso e buoni segnali in vista della primavera.

Enrico Pani si è presentato ai blocchi di partenza dei 60 ostacoli con un buon crono di accredito e ha subito conquistato le semifinali con un discreto 8″48. Non è riuscito poi di un soffio (1 centesimo!) a correre la finale, gara che si è rivelata velocissima! Tecnica di passaggio da sistemare e grinta da rendere più costante.

Valeria Cecchini non si è fatta sorprendere dai ritmi di un campionato italiano che, per tensioni, logistica e tempi di gara non ha nulla a che vedere con le altre gare. Reduce da un buon 2,90 saltato in occasione dei Regionali di Modena e che le è valso il titolo non ha saputo ripetersi sugli stessi livelli. Il suo 2,70 non è affatto male se si pensa che le progressioni con cui si alza l’asticella sono davvero selettive. Buona la prima insomma e molti molti progressi ancora da fare che metteranno le ali per andare ben oltre i 3 metri.