Soffiamo tutti insieme, sono 40 candeline !

logoDodici mesi fa si diceva: “cosa si fa per i 40 anni?”. La risposta era: ” eehh c’e’ tempo ancora, ci penseremo”. Ebbene il tempo e’ volato ed e’ ora di fare festa per il nostro quarantesimo compleanno. Le persone e le situazioni da ricordare sarebbero infinite, gli omaggi mai abbastanza per ringraziare tutti, ciascuno per il suo contributo. Il passato è denso di gesti simbolici, vittorie, sconfitte, litigi, paci fatte, persone che hanno animato la palestra, la pista, i palazzetti di tutta Italia, stadi anche straordinari. Persone insostituibili che hanno reso grande questa famiglia, come ci piace chiamarla, persone a cui e’ stato reso il giusto onore con premi, riconoscimenti istituzionali, semplici ma genuini pensieri. Ci sono stati investimenti importanti sul futuro in questi anni. Doverosi. E proprio al futuro vogliamo pensare per incartarci il regalo. Vogliamo accendere le luci sulle speranze del 2016 e oltre. Non ce ne vogliano gli “storici” ma i giovani hanno bisogno di essere incoraggiati, cercano esempi di sport, magari per farne una abitudine di vita, hanno bisogno di esperienze serie da seguire e poter filtrare attraverso il loro temperamento. Quegli esempi che proprio gli atleti esperti dell’Atletica 75 rappresentano.

Quindi sul palco d’onore verranno chiamati tutti quelli che faranno parte delle squadre biancazzure nella prossima stagione, che vestiranno la divisa sociale più forti di un anno fa oppure che la vestiranno per la prima volta in assoluto. Ginnastica artistica, atletica leggera o podismo non fa differenza, l’età anagrafica non importa, da domani saremo più giovani, più entusiasti di un anno fa.

Auguri a NOI.