30 e 31 gennaio, due giorni di atletica meravigliosa

logo70Il lungo fine settimana di gare inizia sabato alle 13,30 quando la truppa biancazzurra parte da Cattolica alla volta di Ancona. I ragazzi sono tanti, rappresentano tutte le categorie dagli Under 17 agli assoluti. Valentina Albertini e Chiara Casadei si cimentano con la complicata “battuta dai 3 metri”, infatti questa distanza dalla sabbia manda in confusione la rincorsa di parecchie atlete. Le due compagne non si fanno di certo intimidire e strappano rispettivamente un 4,04 e un 4,13, risultati vicinissimi ai propri record personali. Sono parse convinte e determinate.

La pedana del triplo ha visto impegnato “Ale Teme” saltatore del 1999 che sta uscendo dal tunnel di un lungo periodo difficile. La soddisfazione per il suo 12,34 si capisce dalle sue parole: “Le sensazioni erano buone, ho corso senza frenare alla fine, quella cosa che mi ha bloccato per mesi. Peccato che non ci ho messo tanto stacco e mi sono fermato un pò sul cambio (passaggio tra hop e step – ndr). Alle outdoor ci rifacciamo alla grande.“. Una leggera periostite lo ha fermato al quinto salto e lo ha orientato ad una settimana di lavoro alternativo. Maturità e carattere stanno avanzando. 

Le corse regalano le cose migliori. Sui 60 metri Luca Orecchini abbassa il suo PB portandolo a 7″42, Francesca Lorenzi eguaglia il suo record (8″25) e si rivede sui blocchi Silvia Battarra reduce da mesi di Erasmus in Repubblica Ceca. Il trio degli assoluti. L’allieva Michela Massari sbaraglia la concorrenza di categoria e vince con 7″92, tempo incredibile per lei che ad ogni uscita ritocca il suo personale. Buone prospettive in chiave Campionati Italiani del 13 febbraio. Al via dei 400 metri Federico Cerri si migliora con 57″12 dominando la sua batteria. Il solito Alex Pagnini dimostra temperamento. Sigla un 49″17 che è il suo record in sala e fa registrare il record regionale dell’Umbria (è tesserato a Perugia). Dopo l’exploit sui 60 (6″90) e un ottimo 200 metri della settimana scorsa (22″12) anche il tempo sul doppio giro indoor dimostra buona forma. Ora due rassegne nazionali lo attendono, quella Promesse e gli Assoluti.

La pedana dell’asta si rivela in chiaro/scuro. Tanya Torriani sembra vincere l’emozione al primo salto a 2,40 (davvero con tanta luce) ma poi alla misura successiva di 2,60 l’agitazione le gioca un brutto scherzo. La tecnica invece risulta essere quella di un atleta maturata. La sua amica di sempre, Valeria Cecchini, entra in gara con facilità a 2,80 e supera ampiamente anche i 3 metri (record eguagliato). I tre tentativi a 3,10 sono stati viziati solo dalla sfortuna, in particolare il terzo. L’appuntamento con quote più alte è solo rimandato.

Risultati di sabato pomeriggio   http://www.fidal.it/risultati/2016/REG10020/RisRN037.htm

La mattina di domenica le gare sono spettacolari. Innanzitutto la trasferta romagnola (ben 81 atleti !) è la più numerosa della manifestazione giovanile mattutina, segnale incoraggiante di un movimento in crescita e di società che collaborano tra loro per il bene dell’atletica e per la soddisfazione dei ragazzi. Come si dice l’unione fa la forza. L’Atletica 75 è stata parte fondamentale di questa manifestazione. Da segnalare la bella prova di Gloria Aguzzi nei 200 metri che con 29″29 fa segnare il suo record. Esaltanti le staffette che danno prova di spirito di squadra; i Ragazzi vincono la propria batteria, le Ragazze finiscono seste, le Cadette quarte così come i Cadetti.

A questo link i risultati dei nostri portacolori di domenica mattina

http://www.fidal.it/risultati/2016/REG10039/RisRN037.htm

Domenica pomeriggio solo Enrico Pani corre i 60 ostacoli vincendo la gara con 8″56. Alessandro e Michela ai box per precauzione fisica. Un nuovo ingresso nel gruppo di saltatori: Luca Ricchiuti (tesserato Golden Club Rimini) salta 3,60 con l’asta e si migliora. Aspettative rosee per lui e per tutto il gruppo di allenamento.

Risultati di domenica pomeriggio   http://www.fidal.it/risultati/2016/REG10040/RESULTSBYEVENT1.htm